Passeggiata di Nervi, storia, curiosità e red carpet

La Passeggiata di Nervi o passeggiata Anita Garibaldi, è uno dei tanti luoghi spettacolari che solo la città  di Genova riesce a regalare. Continuando nel nostro intento di far scoprire Genova a tutti coloro che poco la conoscono, eccoci a raccontare di una passeggiata che rappresenta l’essenza della città stretta tra mare e monti, in un percorso spettacolare tutto da vivere. Un panorama mozzafiato che parte la Porticciolo di Nervi e arriva fino a Capolungo o vice versa, a seconda delle preferenze. La passeggiata di Nervi misura circa 2 km e percorrerla non è poi così faticoso.

Qualsiasi stagione è buona per passeggiare in uno dei tratti più spettacolari della Liguria, tra insenature naturali e piscine create dal mare tra gli scogli. Lo spettacolo è assicurato anche nella stagione invernale e i tramonti, se arrivate all’ora giusta, sono come quadri impressionisti regalati dalla natura.

In origine la passeggiata di Nervi era un sentiero che collegava vecchie proprietà di antichi coltivatori che avevano i loro terreni fino al mare, e lo stesso sentiero veniva utilizzato dai pescatori che dovevano raggiungere le varie insenature tra rocce sottostanti per andare a pescare, in una situazione quasi anomala che univa agricoltura e pesca, poi, grazie al facoltoso Marchese Gropallo, intorno al 1860 si cominciarono i lavori per costruire una passeggiata a mare.

Percorrendo la passeggiata di Nervi si incontra la Torre Gropallo, acquistata dal Marchese ideatore della passeggera ma che in antichità veniva chiamata Torre del fieno, le cronache raccontano che per segnalare i pericoli con il fumo veniva bruciato del fieno bagnato con acqua di mare.

La Torre però fu costruita nel Cinquecento, per rafforzare un sistema difensivo contro i continui attacchi del Corsaro Dragut. Oggi la Torre appartiene al Comune di Genova ed è sede di un associazione Nazionale degli Alpini, che forse in quel contesto centrano poco.

Tornando alla passeggiata di Nervi, dalla fine della Seconda Guerra Mondiale è di proprietà del Comune di Genova, ribattezzata Anita Garibaldi, moglie di Giuseppe Garibaldi che da Genova partì per la famosa spedizione dei Mille.

Oggi è una meta per turisti e genovesi che d’estate cercano le insenature giuste per fare il bagno e prendere il sole o usufruire di qualche stabilimento balneare che è possibile trovare lungo il percorso, mentre d’inverno o nella mezza stagione è uno spettacolo percorrerla fino ai Parchi di Nervi, altro luogo di cui parleremo prossimamente.

Proprio in questi giorni intanto, la passeggiata di Nervi è tornata agli onori delle cronache per l’installazione di un Red Carpet, iniziativa apprezzabile da parte delle Autorità competenti che in qualche modo hanno voluto esaltarne la bellezza, dando visibilità ad un luogo che comunque, rimane uno spettacolo della natura.