I QUARTIERI DI GENOVA

I quartieri di Genova sono la storia della città.

Una storia che parte da lontano quando le vecchie Mura antiche e le Porte d’accesso alla città medioevale cominciavano a delineare zone, vie, e agglomerati urbani. Vi sono vecchie mappe nell’ Archivio Storico di Genova che rendono l’idea di come la città vecchia si era costituita inizialmente, per poi allargarsi creando un nucleo più ampio che andava dal porto alla Lanterna.

Genova storica era suddivisa per Sestieri, che comprendevano la parte vecchia della città partendo da il molo vecchio (Mandraccio) praticamente la zona del Porto Antico, fino alla Lanterna zona chiamata Capo Faro.

I primi Sestieri erano sei come dice la denominazione: Maddalena – Pre – Molo – Portoria – San Vincenzo – San Teodoro, in pratica i primi quartieri di Genova.

Poi nel 1874 quelli che in precedenza erano dei piccoli Comuni autonomi limitrofi alla “vecchia Genova” furono inglobati come frazioni suburbane, in pratica nuovi quartieri di Genova che oggi conosciamo bene: Foce – San Martino d’Albaro – San Francesco d’Albaro – San Fruttuoso – Marassi – Staglieno .

La storia cambiò velocemente tra la fine dell’800 e gli inizi del ‘900, così nel 1925 arrivò un Decreto dal Governo centrale di Roma, in un periodo in cui l’Unità d’Italia prima e il Fascismo poi, portarono a Genova ulteriori cambiamenti e i quartieri di Genova cominciarono a moltiplicarsi, con quella sorta di operazione che fu definita la “Grande Genova”.

Il Decreto Ufficiale decise che Genova doveva allargarsi, furono accorpati ben 19 piccoli Comuni che oggi tutti conosciamo come quartieri, ma che invece all’epoca erano autonomi con tanto di bandiere Confaloni e Stemmi:

  • Apparizione

  • Bavari

  • Bolzaneto

  • Borzoli

  • Cornigliano

  • Molassana

  • Nervi

  • Pegli

  • Pontedecimo

  • Prà

  • Quarto dei Mille

  • Quinto al Mare

  • Rivarolo 

  • San Pier d’Arena

  • San Quirico

  • Sant’Ilario 

  • Sestri Ponente

  • Struppa

  • Voltri

Sicuramente a molti di voi diranno qualcosa, in pratica si creò la base di tutti i quartieri di Genova che conosciamo attualmente.

Seguiteci perché nei prossimi mesi andremo a scoprire storie, curiosità, attività del territorio di ogni quartiere e vecchio Sestiere.