Il Genovese storia di una lingua, a cura di Fiorenzo Toso e Giustina Olgiati.

Un viaggio nella storia tutto da seguire e non perdere possibilmente dal 19 settembre al 2 dicembre 2017, raccontato in una mostra documentaria e bibliografica presso l’Archivio di Stato di Genova – Complesso monumentale di Sant’Ignazio via di S.Chiara 28

Il Genovese storia di una lingua.

A fare di una parlata locale una lingua non è solo il suo utilizzo da parte di una comunità ma il suo ruolo come segno di identità collettiva ed il rilievo che le viene conferito dall’impiego nell’amministrazione, nella diplomazia, nella letteratura, nello spettacolo. La lingua genovese ha unito a queste caratteristiche la capacità di espandersi in tutto il mondo, attraverso i viaggi dei mercanti nel Medioevo e l’emigrazione in epoca contemporanea.
Questa mostra illustra la storia millenaria del genovese attraverso i suoi documenti più significativi, dalle prime testimonianze dell’emancipazione dalla lingua latina all’affermazione nella poesia, dai trattati con i tartari e con Tunisi ai testi sacri, dalla letteratura colta di Foglietta, Cavalli e De Franchi a quella popolare dei lunari dell’Ottocento, dalla pubblicistica alla poesia, dal teatro di Govi alle canzoni di Costanzo Carbone e Fabrizio de André.

Grazie alla collaborazione dei più importanti istituti culturali della città e di collezionisti privati l’Archivio di Stato di Genova e la Soprintendenza archivistica e bibliografica della Liguria offrono al pubblico, non solo locale, una mostra che senza sacrificare l’aspetto scientifico vuole incuriosire, coinvolgere e far riflettere su un patrimonio linguistico e culturale straordinario, di importanza cruciale per la comprensione del rapporto della società ligure con il proprio passato, il proprio presente ed il proprio futuro.

Mostra aperta dal 19 settembre al 2 dicembre 2017
Orario: lunedì e venerdì 10.00-14.00
martedì, mercoledì e giovedì 10.00-17.00
visite guidate gratuite: da lunedì a venerdì in data e orario da concordare
(per gruppi); sabato ore 10.00 su prenotazione – info: 010 537561 – archigenovanews@gmail.com

Oppure visita il sito