La Galleria Dorata è uno spettacolo che si può ammirare all’interno di palazzo Tobia Pallavicino, oggi sede della Camera di Commercio di Genova.

Nel cercare di raccontare una Genova da scoprire, non potevamo certo dimenticare la Galleria Dorata.

Interamente rivestita di stucchi, specchi e decorazioni a richiamare la grandezza dei palazzi francesi in tutta la loro maestosità, in classico stile rococò, la Galleria Dorata è uno dei tanti gioielli nascosti tutti da scoprire a Genova.

Gli arredamenti interni sono tipici dello stile rococò a cui il progettista e autore della galleria, Lorenzo de Ferrari , (figlio del più noto Gregorio) si deve essere ispirato.

Pare che per la realizzazione degli stucchi, tra i suoi collaboratori vi fosse anche Diego Carlone, una vera celebrità  tra gli scultori e decoratori dell’epoca.

Le porte sono da notare per la loro bellezza, anche se 2 di queste e una consolle, sono state rifatte dalla Camera di Commercio di Genova in copia esatta a quelle originali depredate dai francesi e custodite a Parigi.

Tobia Pallavicino era un facoltoso commerciante discendente da una delle famiglie più nobili della città, occupò diverse cariche di prestigio nella Repubblica genovese e fu uno dei primi a costruirsi un palazzo nella “Strada Nuova” oggi Via Garibaldi.

Il palazzo fu costruito nel 1558 e dal 2006 è inserito tra i 42 Rolli di Genova, divenuti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.