Come fare la focaccia genovese

Come fare la focaccia genovese in casa? Semplice, tempo a disposizione, nessuna fretta di fare le cose e un pizzico di buona volontà. A Genova, vi sono due certezze, il mare e la focaccia, quella genovese però, sottile ma non troppo, morbida al centro e croccante nel bordo, con l’olio che luccica nei buchi e unge tutta la superficie.

Personalmente la preferisco in purezza, con le bollicine d’olio che spuntano dai buchi e quando la mordi, la sensazione di unto ti rimane qualche secondo sul palato, a colazione o come spuntino durante il giorno.

Per farla in casa bisogna solo seguire alcuni passaggi, non è difficile, e se per caso la prima volta non vine come la volete voi, non demordete, in un paio di volte vi riuscirà benissimo.

Ingredienti:

300 gr. di farina 00

200 gr. di farina manitoba

25 gr. di lievito di birra

250 ml. di acqua

sale

olio d’oliva extravergine

Preparazione:

Mettiamo sul tavolo la farina 00, aggiungiamo il sale e sopra la farina manitoba (il sale è meglio se non viene a contatto direttamente con il lievito).

Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida e incominciamo a impastare, quando l’impasto risulta amalgamato, non continuiamo oltre per non sprigionare troppo l’amido che inibisce la lievitazione, quindi lievitare coperto per circa 1 ora.

Riprendiamo l’impasto lievitato e stendiamo la pasta con un mattarello della grandezza della teglia che andremo ad adoperare, ungiamo bene la teglia con l’olio, appoggiamo la pasta stesa e la lasciamo nuovamente lievitare coperta per circa 1 ora.

Prepariamo ora un emulsione di olio e acqua in parti uguali e andiamo a cospargere la superficie della focaccia premendo con le dita per formare i famosi buchi, dove andrebbe messo un po’ di sale.

Mettete in forno a 220° per circa 15 minuti poi proseguire sotto il grill per 5 minuti.

Sfornatela e provatela ancora calda in purezza oppure accompagnata con salumi vari.