Polpo Flambè ricetta dello Chef Ivan

Oggi lo Chef Ivan del TAIG ristorante ci presenta il Polpo Flambè, un’altra delle sue delizie che hanno incuriosito il nostro palato.

Come sapete stiamo girando per ristoranti cercando di cogliere l’attimo giusto non solo per assaggiare cose buone, ma anche per riuscire nell’intento di farci raccontare una ricetta dallo Chef di turno e proporla a chi ci segue ed è goloso come noi.

Il profumo del Polpo Flambè ha qualcosa di particolare che poi scopriremo, una volta svelata la ricetta.

L’ accompagnamento “di vino” per il Polpo Flambè, l’ abbiamo fatto scegliere alla brava Stefania, la Sommelier del TAIG ristorante che ci ha consigliato un vino che proviene dal Salento, è un IGP Fiano della cantina Produttori di Manduria si chiama ZIN. Un vino molto buono, dal colore giallo paglierino, al naso intenso con aromi di pesca, melone ed erbe aromatiche.

Al palato risulta caldo, con una buona sapidità e freschezza.

Ma ora veniamo alla ricetta del Polpo Flambè gentilmente concessa dallo Chef Ivan:

Ingredienti:

1 polpo da kilo

Brandy per sfumare

Per la crema:

500 gr di zucchine chiare

15 dischi di zenzero

Procedimento

Cuocere il polpo in abbondante acqua fredda per circa 1 h e lasciarlo raffreddare nella sua stessa acqua.

Per la crema di zucchine: ungere il fondo di una padella con un filo di olio evo e stufare le zucchine tagliate a rondelle con lo zenzero. Cuocere per 15 min. al termine frullare il tutto e tenere da parte.

Eliminare la testa e separare i tentacoli lasciandoli interi. Far scaldare un filo di olio evo in una pentola e ½ mestolo di acqua di cottura del polpo e creare un’emulsione. Poi adagiare i tentacoli e flambarli con un bicchierino di brandy e lasciare sfumare.

In una terrina, adagiare la crema di zucchine e zenzero con i tentacoli flambati e servire.

Potete provarlo a casa ovviamente, e se volete verificare se vi è venuto bene, potete sempre venire da Ivan e assaggiare l’originale.

Golosi, continuate a seguirci.

Marco Goloso

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.