TAIG ristorante una novità nei caruggi

Taig ristorante

Il TAIG ristorante è stata una piacevole sorpresa, una delle nostre scoperte gironzolando in città a caccia di nuovi talenti della ristorazione genovese e la cosa divertente, è che l’abbiamo notato quasi per caso.

Scendendo per Vico San Matteo c’è un cancello dietro il quale non ti aspetti un ristorante, anche perché li, non c’è mai stato un ristorante, ebbene si, ora c’è.

Taig ristorante

Non siamo certo timidi, per cui il cancello e le scale non ci condizionano, entriamo e scopriamo un nuovo tempio per golosi.

Ci accolgono sorridendo con gli occhi, visto che la mascherina lo impedisce, Antonella e Ivan, i due titolari, sono tanto disponibili quanto ospitali e in pochi secondi ti mettono subito a tuo agio.

Pranziamo senza dire nulla, assaggiamo un piatto genovese, un classico della cucina italiana e un dolce golosissimo.

Il vino è ottimo, suggerito dalla loro sommelier, una ragazza simpatica che ci spiega subito diverse cose su vari vini della loro cantina.

L’ambiente del TAIG ristorante è minimal, carino, curato nei dettagli, molto accogliente e dai toni caldi, loro non sono genovesi, ovviamente non è un’accusa, ma un dato di fatto.

Parlano con i clienti in modo differente rispetto ai colleghi autocntoni, quasi intervistano i loro ospiti, ma lo fanno con quel modo gentile che ti fa sentire a casa, e a me scappa da ridere, perché in altre occasioni, quando andiamo a scoprire i ristoranti genovesi senza dichiarare chi siamo, cercare di intervistare i titolari senza apparire indiscreti è sempre un’impresa.

Antonella e Ivan sono entrambi Chef, lei “genovese” da più di 20 anni, arrivata dalla Puglia per amore, lui un milanese a Genova, e su questo potremmo parlare per ore.

Non ci mettiamo molto a prendere confidenza, sono davvero gradevoli, chiacchierano anche con noi come con gli altri clienti, gestendo bene la sala che, per essere un ristorante aperto da poco comincia ad avere un suo pubblico.

Sono molto bravi oltre cha a cucinare a fare pubbliche relazioni, ci raccontano che hanno aperto in piena pandemia, e per averlo fatto a Genova, nel centro storico, in un momento come questo, per noi sono dei veri eroi.

Credono in Genova come se ci fossero nati, e questo ci riempie di gioia, non è facile trovare dei “foresti” che amano una città burbera e difficile come la nostra.

Quattro chiacchere e scopriamo che lei, oltre ad essere una vita che cucina avendo fatto tante esperienze, ha vinto anche un talent ligure su una televisione privata, “Ligurchef”, lui invece, grande esperienza nel settore, su Milano ha lavorato con diversi professionisti importanti ed è stato vice Presidente dell’Associazione Chef e Pasticcieri Italiani, collaborando anche con il Maestro Ernest knam, noto pasticcere “Re” del cioccolato, e proprio grazie ad una una work Experience con Ernst Knam fatta da Antonella, che i due titolari del TAIG ristorante si sono conosciuti nel 2016 al Taste of Milano.

Il TAIG ristorante esprime la personalità dei due Chef in modo eccellente, si dividono i compiti e sono complementari nella loro professionalità.

Al TAIG ristorante si assaporano molti gusti, dalla cucina genovese, a quella mediterranea, dai dolci, a ottimi vini, per cui, ben venga una nuova proposta enogastronomica nel centro storico genovese, benvenuto TAIG ristorante.

Come sempre ci promettiamo di tornare per scoprire qualcosa in più, magari un segreto o una nuova ricetta, visto che abbiamo due chef a disposizione contiamo di farci raccontare la cucina vista dalla loro parte, intanto inseriamo il Taig nei nostri percorsi golosi

Noi ragazzi siamo ripartiti a caccia di nuovi ristoranti, nonostante tutto non demordiamo, continuate a seguirci !

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.