Dal 31 agosto al 4 settembre, presso la Piazza delle Feste del Porto Antico di Genova torna “Street Food Fest”Genova 2016, la manifestazione dedicata al cibo da strada a km0. Tanto gusto, eventi dedicati al mondo dell’enogastronomia, alla consapevolezza e alla genuinità del prodotto di cui si sta usufruendo e grandi ospiti.

Da quest’anno in collaborazione con Eataly e nuovamente con l’Acquario di Genova, il tendone di Piazza delle Feste, dalle 18.00 di Mercoledì 31 Agosto alle 24.00 di Domenica 4 settembre si colorerà di tradizioni, sapori e profumi.

LA CUCINA DI STRADA E’ ARTE DI COMUNICARE

Si mangia per strada per necessità, per fare in fretta, per risparmiare. Ma anche per il piacere di condividere un’esperienza con persone che, dietro al banco, sono lì tutti i giorni a fare il loro lavoro con passione e impegno.

Quella dello STREET FOOD è una realtà gastronomica “viva”, che mostra l’orgoglio di conservare una tradizione, la ricerca della qualità, il piacere di avere un contatto umano schietto con i clienti, la voglia di mantenere vive le relazioni con il proprio territorio e la sua storia, l’importanza della ricetta tramandata di generazione in generazione, da custodire gelosamente segreta, l’abilità manuale come valore da difendere.

In estrema sintesi, il savoir faire italiano che si innesca sulla cultura del prodotto, della terra, della storia. E c’è di più: Genova e la sua tradizione enogastronomica è internazionalmente riconosciuta come antesignana dell’idea di mangiare (bene) senza l’obbligo del tempo a tavola (street). In poche parole, economizzare i tempi e le possibilità senza rinunciare al gusto, alla genuinità e alla tradizione del luogo e senza nulla togliere alla ristorazione convenzionale. In altrettante pochissime parole: una striscia di focaccia appena sfornata mentre si va a lavoro.

«Siamo quello che mangiamo»,diceva il filosofo Ludwig Feuerbach. Non soltanto è importante ciò di cui ci nutriamo, ma anche come è confezionata ogni vivanda e chi la prepara. Esistono ancora, nelle nostre città, “paesaggi culturali” da difendere e conoscere. La cucina di strada è anche arte della comunicazione, poiché il consumo del cibo da fatto privato diventa pubblico.

Street Food fest genova

 

LA FILOSOFIA

Tra cibo e sapori, tra un colore e un dettaglio, si cercherà di portare quella che è stata ed è tutt’oggi la filosofia “street” del cibo, ancora una volta, nel lido genovese. Nato dalla vita frenetica di città come Londra o New York, il concept Street Food, inteso come mercato cittadino, è oggi diventato un must generazionale dal sapore sempre più internazionale.

Strutturato come i market urbani, Street Food Fest a Genova è un festival che basa la sua filosofia sulla fusione della tradizionale attività gastronomica itinerante “da strada” con i ristoratori locali; come nell’edizione precedente, sono diversi gli chef e i gestori locali che si sono cimentati con successo in questa avventura, proponendo piatti tipicamente liguri o di tradizione propria in versione street. Un’ulteriore sfida a chi, di norma, intende l’arte del piacere della tavola come accoglienza e piacevolezza della convivialità: una sfumatura differente che non rinuncia, anzi, impreziosisce nell’estetica della location, nel fare gruppo anche per quest’anno e nel provare a rendere di nuovo street dell’ottimo food! Anche quest’anno saranno in molti a partecipare a Street Food Fest Genova, portando sempre idee nuove e nuove sfide tra i banchi della manifestazione.

LE NOVITÀ

Dopo lo straordinario successo della prima edizione che si è svolta la scorsa estate nella medesima location, con una partecipazione giornaliera di oltre tremila avventori, lo Street Food Fest si ripropone con la stessa formula vincente, ovvero tradizione + street ma con tantissime novità, per un totale di 20 stand e nuovi, prestigiosi partners. La scelta e le proposte gastronomiche saranno più ampie grazie una presenza quasi raddoppiata di ristoratori e stand.

New entry d’eccezione, la collaborazione con Eataly che, da quest’anno, partecipa attivamente al Fest proponendo una selezione di proprie eccellenze tra i banchi dell’evento e iniziative organizzate dallo staff Eataly Genova.

Prosegue, rinnovandosi, la partnership con l’Acquario di Genova, da sempre polo culturale e turistico europeo e sensibile all’universo della cucina consapevole atta alla tutela dell’ambiente, in particolare quello marino. Così, come per la passata edizione, chiunque si presenterà alle casse di Street Food Fest con un biglietto di entrata dell’Acquario di Genova (in data corrente), riceverà un gettone gratuito da spendere tra i banchi della manifestazione.

Altra importante novità è la specificità di quest’edizione, una sorta di fil rouge che legherà tutte le proposte enogastronomiche presenti: la cucina genovese in viaggio.

Una ricerca planetaria e uno studio radicato sul territorio per individuare e proporre tutte le ricette nate a Genova che hanno percorso migliaia di chilometri per diventare tradizione culinaria oppure, semplicemente, hanno potuto influenzare la preparazione di un piatto tipico all’estero. Conseguentemente, saranno presenti sui menù degli stand tutte le ricette tipiche liguri la cui genesi è stata fortemente influenzata da altre culture e paesi nel corso della storia. Perché Genova è un porto dove non soltanto sono attraccati miti e leggende ma da cui, spesso e volentieri, essi stessi risultano essere partiti.

Tanti ospiti interverranno all’edizione di Street Food Fest Genova 2016: dagli chef e staff di Eataly Genova, rappresentati magistralmente da Marco Visciola de Il Marin, a Valentina Scarnecchia e Mattia Poggi, chef televisivi che, da semplici assaggiatori come sono stai nell’edizione 2015, dimostreranno le loro eccezionali capacità offrendo ai visitatori showcooking durante le giornate di mercoledì 31 agosto e venerdì 2 settembre. Tutt’altra storia, invece, per Giovanni Giaccone, giornalista e scrittore, che proporrà una selezione di cocktails tratta dal suo ultimo libro “L’arte di bere d’estate” (Il Melangolo), successo letterario dell’estate 2016. Tutti gli ospiti parteciperanno a un challenge, un piccolo divertissement in tema Street Food Fest: dovranno assaggiare e indovinare il piatto in questione (rigorosamente dai banchi del Fest) bendati. Gli chef e i gestori che parteciperanno al Fest 2016 si alterneranno durante le giornate presentando mini show di cucina, tutorials di preparazione dei loro piatti tipici e sorprese per gli ospiti e i visitatori accorsi. Infine, spazio alla fotografia con la partecipazione di Timothy Costa, fotografo, durante le giornate di mercoledì 31 agosto e domenica 4 settembre (dalle h 19.00): con la sua postazione ritrarrà i volti del cibo, dagli chef ai visitatori.

LA PAROLA AGLI OSPITI

Sono molti gli chef che si alterneranno sia ai “fornelli” del Fest che tra le fila degli ospiti. Eccone alcuni:

Valentina Scarnecchia, chef e giudice gastronomico di La7: “ sono appassionata da sempre al cibo da strada che è erroneamente e troppo spesso abbinato al cibo-spazzatura. Tutt’altro: per me è occasione di sperimentare gusti e sapori nuovi, è cultura e gusto”.

Mattia Poggi, chef e volto di Alice Tv: “ il cibo da strada è per la mente, il miglior mezzo di locomozione per viaggiare intorno al mondo attraverso il gusto. Un assaggio ad occhi chiusi, in centro città e si finisce in Grecia, così come negli Stati Uniti, in Turchia… o di nuovo nel cuore di Genova!”

Maurizio Pinto, chef Volta la Carta – Genova ed espositore: “per il secondo anno mi cimento in un’esperienza lontana dalla ristorazione tradizionale e ne sono ben contento. Una nuova sfida che quest’anno porta il nome di: capponmagro”.

Marco Visciola, chef Il Marin – Eataly Genova ed espositore: “la Street Food per noi è una sfida e sappiamo bene che il Fest è una grande festa. Sarà un’occasione di aggregazione e di sperimentazione”.

Giovanni Giaccone, scrittore: “La “gastronomia del marciapiede” che dall’hot dog passa al kebab e dalla farinata arriva alla piadina. Una necessità che nel tempo é diventata uno stile di cucina e un genere di cibo.” Appuntamento con la presentazione di L’ Arte di Bere d’Estate (Il Melangolo) sulla storia, i miti e le ricette dei cocktail più apprezzati nella bella stagione – sabato 3 settembre dalle 19.00.