Rolli days digital week Genova

PALAZZO GIOVANNI SPINOLA

Gli Spinola tra gli antichi: da Alessandro Magno a Giulio Cesare.
Assisi tra trofei guerreschi come antichi romani, in uno degli atrii più monumentali della città, gli Spinola di ogni tempo guardano – attraverso i secoli – gli ospiti che entrano nella propria dimora. Una dimora senza pari, dove solo le immagini delle immortali imprese di Alessandro Magno, Giulio Cesare e Ottaviano Augusto potevano essere adeguate al prestigio dei vertiginosi saloni e dei ricercati salotti. Entrare per credere.

Godetevi il video!

Rolli days digital week Genova. Occasione unica, conferma l’appuntamento primaverile di promozione e conoscenza del Sistema dei Palazzi dei Rolli, Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 2006, e si trasferisce sul web per permettere al pubblico di scoprire le meraviglie delle sontuose residenze dell’aristocrazia genovese.
Una serie di video inediti porterà all’interno di alcune delle dimore più prestigiose, alcune delle quali verranno mostrate al pubblico per la prima volta: sarà quindi possibile vivere una esperienza simile a quella dell’evento in prima persona, attraversando le sale, scoprendo le architetture, ammirando le opere d’arte. Saranno presentati palazzi di assoluta eccellenza e qualità, in alcuni dei quali, per ragioni di spazi, non sarebbe comunque possibile far entrare il pubblico.
Per esempio, sarà possibile entrare in anteprima negli spazi di Palazzo Interiano Pallavicino in piazza Fontane Marose, scoprirne la decorazione pittorica e ad affresco, l’eccezionale arredo scultoreo e i giardini; il palazzo sarà presto aperto e fruibile per il pubblico, la Rolli Days Digital Week sarà la prima occasione per scoprirne tutta la bellezza. Palazzo Stefano Squarciafico in piazza Invrea, aprirà virtualmente le sue porte per mostrare le tracce degli affreschi di Ottavio Semino, con la raffigurazione del celebre “Ratto delle Sabine”. Anche Palazzo Spinola Pessagno in salita Santa Caterina, oltre alla splendida facciata, rivelerà per la prima volta anche la decorazione interna, che attraverso le opere dei più prestigiosi artisti genovesi del ‘500, racconta il legame fra Genova e l’imperatore Carlo V.  Si potrà ammirare, inoltre, Palazzo Sinibaldo Fieschi in via San Lorenzo, capolavoro dell’architettura genovese tardo-rinascimentale, che custodisce affreschi di Domenico Piola e Sebastiano Galeotti. Visitabile anche Il palazzo della sede Carige in via Cassa Di Risparmio: dove l’arte parla genovese.  Di fronte allo splendido panorama sul porto e sul centro storico che si gode dall’ultimo piano del palazzo Carige, accompagnati dal critico d’arte Maurizio Romanengo, sarà possibile ammirare le bellezze della città con gli occhi dei grandi artisti nei capolavori conservati nelle collezioni della banca.
Ecco quindi l’elenco dei palazzi che si potranno visitare nel primo weekend della Rolli Days Digital Week 
Palazzo Tommaso Spinola (Pessagno) – Salita Santa Caterina  novità
Palazzo Interiano Pallavicino – Piazza Fontane Marose novità
Palazzo Pantaleo Spinola (Gambaro) – Via Garibaldi
Palazzo Tobia Pallavicino – via Garibaldi
Palazzo Angelo Giovanni Spinola – Via Garibaldi
Palazzo Nicolosio Lomellino, Via Garibaldi
Palazzo Ridolfo Maria e Gio Francesco I Brignole Sale (Palazzo Rosso) Via Garibaldi
Palazzo Gio Carlo Brignole (Durazzo) – Piazza della Meridiana
Palazzo Giacomo e Pantaleo Balbi (Senarega) – Via Balbi
Palazzo Ambrogio di Negro – via San Luca
Palazzo Sinibaldo Fieschi – Via San Lorenzo novità
Palazzo Stefano Squarciafico – Piazza Invrea novità
Come nelle precedenti edizioni dell’evento, la competenza e le conoscenze dei giovani Divulgatori Scientifici accompagneranno la visita, raccontando le vicende dei protagonisti, le storie narrate nelle opere d’arte, la straordinaria qualità della civiltà dell’abitare della Genova rinascimentale e barocca.  L’appuntamento con i Palazzi dei Rolli proseguirà per tutta la settimana successiva, fino a sabato 23 maggio, con video dedicati ad ulteriori siti e approfondimenti che permetteranno a tutti di godere della bellezza del patrimonio culturale genovese; e con qualche deviazione “golosa”, in collaborazione con Camera di Commercio e con il circuito “Genova Gourmet”, per scoprire anche i tesori e la meraviglia della cucina genovese tradizionale.

La mappa dei Rolli.

Nel 2006 42 palazzi su 114 iscritti ai Rolli di Genova sono stati inseriti dall’UNESCO fra i Patrimoni dell’Umanità. La maggio parte di loro è stata completamente restaurata negli anni ‘90.

I ruoli dei palazzi ovvero i Rolli di Genova, furono elenchi costituiti dal su disposizione del Senato della Repubblica aristocratica rifondata dal principe e ammiraglio Andrea Doria.

Genova la Superba attraversò un secolo d’oro, in cui dominò nel Mediterraneo ma non solo, una Repubblica Marinara in cui vivevano ricchi armatori, banchieri e mercanti e una città in cui arrivavano in visita ecclesiastici, Principi e Sovrani, da qui l’idea di catalogare in base al loro prestigio i palazzi che poi in base alla loro importanza avrebbero ospitato il personaggio in visita alla città.

I Rolli di Genova erano a loro volta divisi in “bussoli” in cui i palazzi venivano catalogati in base la  prestigio dettato dalle dimensioni, dalla bellezza e dall’importanza stessa del palazzo.

Durante i Rolli Days  che si svolgono solitamente 2 volte l’anno, durante il mese di aprile e quello di ottobre, per tutti, sia turisti che genovesi, può esserci l’occasione unica di viaggiare nel tempo, tornando in qualche modo a rivivere gli splendidi giorni in cui Genova la Superba, dominava in lungo e in largo nel Mediterraneo in Europa e nel Mondo.