In “Mondo pesto” non potevano certo mancare i Mondiali di Pesto Genovese al Mortaio.

Oggi finalissima, 100 i partecipanti, di cui il 59% uomini il 41% donne, l’età media 48 anni.
Il palazzo Ducale sarà la magica cornice di questo evento che a ogni edizione, grazie all’Associazione Culturale dei Palatifini, sta diventando sempre più importante…

Siamo alla sesta edizione, i più giovani sono due 18enni che vivono a migliaia di chilometri di distanza l’uno dall’altro, a Bergen in Norvegia e a Genova, ma sono accomunati dagli stessi studi e dalla stessa passione, diventare cuochi.I due concorrenti più anziani sono due signore, una genovese e l’altra di Milano.

Tutte le professioni sono rappresentate, per la prima volta troviamo un regista, una fioraia e una traduttrice simultanea.

I concorrenti più vicini sono di Macelli di Soziglia, del Molo e di Via San Vincenzo, il concorrente italiano che viene da più lontano è una signora di Palermo.

Fra i 22 stranieri i più lontani arrivano dalla Nuova Zelanda, da Honolulu e dal Giappone e anche dal Togo, grazie ad una eliminatoria organizzata a EXPO.

La giuria è formata da 30 persone selezionate per esperienza, cultura, competenza e attivismo nel mondo del food e della comunicazione territoriale. 13 sono le iniziative collaterali, dal Campionato dei Bambini al Concorso internazionale dell’ADI per un nuovo design dei mortai.