Il pesto genovese

Il pesto genovese è una delle salse più famose al mondo, e probabilmente una delle più imitate. La sua preparazione spesso è oggetto di discussione, qualcuno dice che si può usare anche il frullatore, ma non è così.

Mortaio, pestello e 7 ingredienti, che qualcuno ha definito i “magnifici sette”:

  • 4 mazzi (60-70 g. in foglie) Basilico Genovese D.O.P., garanzia della tipicità di profumo e sapore
  • 30 g. Pinoli
  • 45-60 g. Parmigiano Reggiano Stravecchio grattugiato
  • 20-40 g. Fiore Sardo grattugiato (Pecorino Sardo)
  • 1-2 Spicchi d’Aglio di Vessalico (Imperia)
  • 3 g. Sale Marino Grosso
  • 60-80 cc. Olio Extra Vergine di Oliva “Riviera Ligure” D.O.P., dolce e fruttato, esalta il profumo del Basilico e del condimento

Ma, si può descrivere il Pesto Genovese ?

Immaginate un tavolo, delle foglioline di basilico fresco di Pra, una bottiglia di olio d’oliva, quello della riviera ligure, un pacchettino con dei pinoli, del parmigiano grattugiato, un pezzetto di pecorino, uno spicchio d’aglio e un po’ di sale.

Poi immaginate un mortaio con il pestello di legno e piano, piano, un rumore regolare, poi un profumo che aleggia nella stanza.

Il pesto genovese è pronto …

Oggi il pesto genovese viene celebrato in tutto il mondo, e ogni 2 anni viene organizzato un Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio che decreta il più bravo nel mondo a creare la magica salsa.

Le finali nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale a Genova, insomma una bella vetrina per la “vecchia Superba”.