cocktail vecchio caruggio 3Rieccoci alla scoperta di cocktail inediti o rivisti da barman fantasiosi di cui ci piace parlare per incuriosire chi ci segue assiduamente.

Genova e New Orleans, un collegamento che potrebbe sembrare azzardato se non fossimo tornati da Giulio, il bartender del Gradisca Cafè di Piazza delle Erbe.

Quattro chiacchere seduti al tavolino in attesa di vederlo all’opera dietro il bancone,  cercando aneddoti e curiosità che siamo sicuri di trovare in chi fa il suo mestiere e via, a parlare del “Vecchio Caruggio”, un cocktail che ci svela di aver presentato a Roma durante il “Liquid Gems Cocktail Challenge”.

giulioIl Vecchio Caruggio è una rivisitazione del Vieux Carrè, famoso cocktail dedicato ad uno dei più vecchi quartieri della città di New Orleans.

La versione originale del Vieux Carrè si prepara con 1/3 Rye whiskey, 1/3 Cognac, 1/3 Vermouth rosso, oltre a  un cucchiaio di Benedictine, 2 gocce di Angostura e 2 goccie di Peychaud.

Le similitudini tra il Vieux Carrè è il centro storico di Genova sono molte, il vecchio quartiere Francese di New Orleans oltre ad essere la parte più antica della città, negli anni ’20 fu invaso da prostituzione e malaffare venendo abbandonato al degrado, rinascendo poi ai giorni nostri e diventando uno dei quartieri più visitati della città, oltre che acquisire interesse storico nazionale, così come buona parte del centro storico genovese.

Ma tornando in Piazza delle Erbe, non sappiamo se anche il fatto che Vieux Carrè tradotto nella lingua locale voleva dire “antica piazza” abbia ispirato Giulio, fatto sta che assaggiando il suo cocktail “Vecchio Caruggio”, per un’attimo l’atmosfera impolverata dei vecchi locali fumosi di New Orleans e un sax ad addolcire l’ambiente, ci sono passati per la mente rendendo gradevole la degustazione di questo cocktail.

Come si prepara:

– Bulleit rye whiskey

– Canus vs cognac

– Hipocras

– un cucchiaio di limoncello di Portofino

– gocce di amaro Santamaria

– gocce di amaro camatti